La recente sentenza della Cassazione n. 5061 del 26 febbraio 2020, nel ribadire la non sindacabilità nel merito delle delibere dell’assemblea condominiale, offre l’occasione, attraverso l’esame dei precedenti giurisprudenziali richiamati nella decisione, di fornire una breve casistica sulle questioni nel tempo decise dalla Suprema Corte. IL CASO: Tizio e Caio, condomini nel Condominio Beta, impugnano avanti il Tribunale tre delibere assembleari con cui sono stati approvati i consuntivi lavori relativi ad alcune opere di manutenzione straordinaria dell’edificio. Il Tribunale annullava due delle tre delibere, mentre la Corte di Appello respingeva integralmente le domande dei condomini, statuendone l’infondatezza attesa l’insindacabilità giudiziale […]

Leggi di più ›

L’Avv. Andrea Rodolfo Masera porterà il proprio contributo al convegno dal titolo: “D.lgs. 231/2001 modifiche nel diritto commerciale e nuove prospettive per la professione” approfondendo i temi della gestione dell’impresa, della gestione preventiva dei rischi e della responsabilità da inadeguatezza organizzativa.

Leggi di più ›

Con sentenza n. 5685/2020 la Suprema Corte ha risolto il contrasto giurisprudenziale in tema di modalità di soddisfacimento del credito del subappaltatore di opera pubblica nei confronti dell’appaltatore fallito in tutti i casi in cui residui un credito dell’appaltatore verso l’amministrazione appaltante, la quale abbia opposto la condizione di esigibilità di cui all’art. 118 del d.lgs. 163/2006 (Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE”, abrogato dall’art. 217 del decreto legislativo n. 50 del 2016), che consente alla medesima di sospendere i pagamenti in favore dell’appaltatore quando quest’ultimo non dia prova […]

Leggi di più ›