Messa alla prova applicabile all’ente a giudizio ex D. Lgs 231/2001: giurisprudenza di merito a confronto. In relazione alla possibilità di ammettere alla prova l’ente a giudizio ex D.lgs 231/2001, si registrano due recenti (e contrapposte) decisioni di merito. Il GUP presso il Tribunale di Modena, con sentenza in data 19 ottobre 2020, ha dichiarato non doversi procedere nei confronti di una società a giudizio ai sensi del D. Lgs 231/2001 per estinzione del reato a seguito di esito positivo della messa alla prova. Il Giudice, infatti, con ordinanza ex artt. 464 bis e s.s. c.p.p., aveva ammesso l’ente al […]

Leggi di più ›

Come ci si può tutelare dai condomini eccessivamente rumorosi? Una prima soluzione essere rinvenuta nel regolamento condominiale che può contenere specifiche disposizioni in merito ai “rumori” consentiti, ad esempio prescrivendo determinati orari ai fini dell’esercizio di determinate attività. E’ bene brevemente osservare che, poiché le limitazioni all’esercizio di attività potrebbero comportare una compressione del diritto di proprietà del singolo condominio (in quanto incidente direttamente sulla facoltà di godere in modo esclusivo del proprio appartamento), la disposizione regolamentare deve essere oggetto di approvazione unanime in caso di regolamento assembleare, requisito non necessario in ipotesi di vigenza di “regolamento contrattuale” in quanto, […]

Leggi di più ›